Si può solo risalire

Approfitto di questi minuti di pisolo del pupo per riemergere e consigliarvi la lettura di questo articolo del Quinto Stato oggi, mio ultimo giorno di contratto.

Un contratto vuoto il mio, a zero ore, a cottimo, a prestazione.
Avvilente, umiliante, immeritato (nel senso che meriterei di meglio).
Eppure averlo mi dava la sensazione di essere meno inguaiata di quello che sono, di sperare in qualcosa di meglio per il futuro.

Diventare felicemente mamma mi è costato quella schifezza di pezzo di carta.
Mi è rimasta solo la speranza per il futuro, la dignità di una persona che tiene sempre duro, che non si dà mai per vinta, che alza la testa davanti a ogni sopruso.
E la certezza di valere molto molto di più del modo in cui mi hanno sempre contrattualizzato.
Ora si può solo risalire.

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Si può solo risalire

  1. Silvia Pareschi ha detto:

    Coraggio, Denise. Perché è vero, tu vali tantissimo di più.

  2. Gaia Conventi ha detto:

    Avanti e non mollare: si può solo risalire!

  3. Simona Brogli ha detto:

    Denise, il tuo omonimo dice “Salirò”. Un mio (quasi) conterraneo, invece, dice “Niente paura”.
    Tieni duro!

  4. denisocka ha detto:

    Grazie, ragazze! Non mi lascio abbattere tanto facilmente! Ho vinto con tenacia battaglie ben più importanti (magari un giorno ci scriverò un post…). Non che il lavoro non lo sia, certo, ma si lavora per vivere, non si vive per lavorare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...