Il traduttore… che sapeva prendersi in giro

Io volevo fare la redattrice.
Poi è capitato, per caso, che mi proponessero di tradurre, e anche quello mi è piaciuto.
Così ora sono anche traduttrice.

Tra le due professioni, però, pensavo che la seconda, più individualista per natura, mi avrebbe isolato maggiormente, mentre nella prima avrei trovato più complicità.
Be’, mi sbagliavo.
Non che con i colleghi redattori non mi trovi bene, anzi, ce ne sono alcuni, in verità molti, che adoro, con cui condivido opinioni e scelte di “lotta”, ma tutti, me compresa, hanno una sottile paura di perdere la già misera condizione lavorativa precaria, uno stato che spesso rende difficile fare gruppo, aiutarsi a vicenda, battersi per i diritti della categoria intera.
Troppo forte il ricatto, troppe le cose da perdere.

I traduttori, invece, per la maggior parte, sono uniti. E più liberi. Sarà forse il fatto che hanno scelto loro stessi di essere “freelance”, di tradurre per molte case editrici, non gli è stato imposto dall’alto. Così quell’isolamento cercano di combatterlo come possono.

Quando non traducevo pensavo che i traduttori fossero per forza di cose concorrenti tra loro, invece fin da subito ho trovato unione, simpatia, aiuto… sempre nel rispetto delle varie professionalità e delle possibilità lavorative di ognuno.
Ora i traduttori hanno anche un sindacato, si chiama Strade, ed è una buona cosa, ma hanno anche un mezzo come FB per scambiare due chiacchiere in allegria.
Due i gruppi irriverenti, ironici, che si sono formati in questi giorni, creati da due bravissimi traduttori:

1. “Sostiene Baricco“, creato da Gianni Pannofino: Baricco come simbolo di tutti coloro che nelle recensioni ai libri stranieri non citano mai il nome del traduttore, neanche i libri si traducano da soli. Per dimostrarne l’assurdità si è giunti all’eccesso di proporre brani di classici tradotti con Google Translate. Uno spasso.

2. “La bambina che ne aveva abbastanza“, creato da Yasmina Melaouah: si raccolgono tutte le copertine di quei libri il cui titolo, chissà perché, in barba spesso all’originale, rispondono alla formula “Il/la ragazzo/a, bambino/a, l’uomo/la donna CHE …”, per dimostrare come spesso l’editoria è miope anche nelle cosiddette “scelte di marketing”.

Bravi traduttori! Una risata li seppellirà tutti!

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Il traduttore… che sapeva prendersi in giro

  1. gianni pannofino ha detto:

    Grazie!
    Solo una piccola precisazione: “Sostiene Baricco” è nato sull’onda della lettera di Andrea Rényi al celebre scrittore italiano; poi Yasmina Melaouah, memoria storica, ha rievocato la citazione da cui ha preso spunto il gruppo; e Martina Pozzi lo ha materialmente creato e gestito; io ho solo rubato a umberto eco (Dire quasi la stessa cosa) l’idea delle traduzioni con GT. Concordo però: è stato un bell’esercizio di umorismo collettivo per una causa culturale universalmente condivisibile (se si esclude una manciata di recensori).
    gianni pannofino

  2. denisocka ha detto:

    Grazie a te, Gianni, per la precisazione. Avevo “tagliato un po’ giù con il coltello” l’origine del gruppo. Quel che è giusto è giusto. 🙂

  3. akikorossella ha detto:

    Hai ragione, ma purtroppo non si usa citare i traduttori nelle recensioni. Io sono una traduttrice, una scrittrice, e recensisco anche libri, ma non ho mai citato i miei colleghi. Grazie per avermelo fatto notare, rimedierò ai miei errori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...