W gli shvizzeri!

Giusto perché ho poco da fare e a me dei libri su cui lavoro non frega niente, stamattina, durante il pisolo di Piciurlino, mi sono messa in caccia di recensioni, articoli, blog, utenti, lettori che abbiano letto Il tempo delle donne e che ci abbiano speso due parole. E già che ci sono, per curiosità, a guardare anche chi viola la legge non segnando il nome del traduttore (nota ormai dolente da troppo tempo, ma questa è un’altra storia).

Son lì compiaciuta a notare che è uscito in e-book e che ha ricevuto in questi mesi tanti bei commenti e input positivi, continuando a “mietere vittime” fino a oggi, cosa che mi fa pensare che le vendite non siano andate poi malaccio (sarà stato un diesel come un po’ tutti i russi, ma mi ritengo soddisfatta), quando mi imbatto nelle classifiche di vendita di una catene di librerie svizzere e scopro che per alcune settimane è stato… fra i più venduti!
Questo da maggio ad agosto (almeno dai file che sono visibili in rete).
Non so cosa possa voler dire, ma mi ha fatto sorridere. Ho pensato: “Toh,’sti svizzeri!, c’hanno buon gusto, però!”
Ora vediamo se riesco a scoprire qualcosina di più dalle alte sfere. 😉

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a W gli shvizzeri!

  1. gogol85 ha detto:

    Denisocka, è un piacere rileggerla!
    Ho appena letto che domani al BDT di San Pietroburgo va in scena la prima di Vremja Ženščin, è già il 2o spettacolo tratto dal romanzo, dopo quello al Sovremennik di Mosca dell’anno scorso, notevole per un libro uscito solo 3 anni fa… Mi pento tantissimo di essere stato due mesi a Mosca e di non essere andato a vederlo!
    Lascio qualche link dello spettacolo pietroburghese, in russo:
    http://www.bdt.spb.ru/plays/vremya_g.html
    e una lunga intervista con l’autrice: http://spbstarosti.ru/kulturnyj-sobesednik/elena-chizhova-my-ne-mozhem-ostanovit-process-osmysleniya-nashej-istorii.html
    Saluti!

  2. denisocka ha detto:

    Uè, uè, uè! Fermi un po’: qui il lei è bandito!
    С возвращением! E grazie per i link!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...