Elogio al redattore

In questo giorni sto leggendo (per diletto, non per lavoro) un libro che mi sta davvero entusiasmando, per la sua scrittura, ironia, ambientazione, e sto provando oltre che una grande e sana invidia per la sua protagonista/autrice, anche una buona dose di ammirazione.
Ieri sera, poi, sono arrivata a questo pezzetto che mi ha fatto letteralmente saltare sulla sedia:

"Per i redattori, amica mia, ogni russo scrivente prova 'insolito terror, sacro rispetto'."
(…)
"I redattori – di qualsiasi opera, anche i manuali per alpinisti o cercatori di funghi – sono l'ipostasi umana di questa entità sovrannaturale, trascendente, invisibile ai mortali… Il lavoro sporco, a colpi di cesoie, lo fanno loro. E con molta attenzione: sono i primi a rimetterci la testa se gli sfugge qualcosa."
Serena Vitale, A Mosca, a Mosca!, p. 93-94, Mondadori 2010.

Ovvio, qui si parlava di Unione Sovietica e di censura letteraria, ma l'ultima parte, per esempio, se letta nell'ottica dell'Italia editoriale di oggi, si adatterebbe perfettamente anche alla categoria della quale faccio parte: i redattori precari.
Facciamo il "lavoro sporco", con "molta attenzione" perché una sorta di sacro fuoco ci spinge a tutelare il testo prima di tutto e perché saremmo "i primi a rimetterci la testa".
Quanto è vero che nei libri uno ci legge sempre se stesso!

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Elogio al redattore

  1. utente anonimo ha detto:

    E' per questo che leggere è necessario.
    LaStancaSylvie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...