Come capita…

Stavo traducendo e cercavo di capire il significato e l’uso dell’espressione “как получится” (che può voler dire diverse cose in base al contesto, da “come capita” a “in base alle circostanze”, “vedremo”, “si vedrà”, ecc.) quando mi sono imbattuta in questo detto, storiella, barzelletta irriverente verso la nuova Russia… anche per la parola анекдот c’è qualche problema di traduzione…

Eccolo (lo scrivo in russo):

Демократия по-европейски – европейцы живут хорошо, остальные – как получится.
Демократия по-английски – джентльмены живут хорошо, остальные – как получится.
Демократия по-советски – власть предержащие живут хорошо, остальные – по карточкам.
Демократия по-российски – жулье при власти живет хорошо, остальные – а ну их в жопу.

Veloce traduzione:

La democrazia all’europea: gli europei vivono bene, gli altri come capita.
La democrazia all’inglese: i gentlemen vivono bene, gli altri come capita.
La democrazia alla sovietica: le autorità costituite vivono bene, gli altri razionati.
La democrazia alla russa: i furfanti al potere vivono bene, gli altri che se la piglino in quel posto.

Non so, non mi sembra che l’Italia sia tanto lontana dalla Russia…

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a Come capita…

  1. utente anonimo ha detto:

    direi che SIAMO la Russia!LaStancaSylvie

  2. denisocka ha detto:

    Io non osavo tanto… ci hai pensato tu, Sylvie 😉

  3. ElisinoB ha detto:

    Detto, storiella o barzelletta che sia, questo testo sembra scritto su misura per noi!Un caro saluto!

  4. sempreinbilico ha detto:

    Il tuo blog è sempre bellissimo, amaro, ma bellissimo. 🙂

    Già visto il film su Tolstoj?

  5. denisocka ha detto:

    @ElisinoB: per noi e per moltissime altre nazioni del mondo, purtroppo.Si dice che a essere buoni, poi si finisce per passare per scemi. Io preferisco la versione buona-scema che furfante-furba.@Sempreinbilico: grazie per le belle parole che mi ricordano una cosa: quando sono andata a un incontro di traduttori/redattori a Forlì quest'anno e ho incontrato vis-à-vis molti colleghi conosciuti via internet, molti dicevano di leggere questo blog e la cosa mi ha lusingato molto. Poi ho chiesto: "Ma non trovate che io mi stia incupendo un po', che mi escano cose sempre meno divertenti, troppo amare?". Risposta di una collega: "No, no, io mi diverto un sacco a leggerlo!". Riflessione: che dire la verità anche in tono amaro abbia un effetto lenitivo anche per altri, non solo per me? Sarebbe una bella vittoria.

  6. denisocka ha detto:

    ah, dimenticavo: no, non l'ho visto. Com'è?

  7. sempreinbilico ha detto:

    Nemmeno io l'ho ancora visto. Aspetto un po'… ;PNel frattempo mi sono presa – Tolstoj è morto – di Pozner. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...