Finito il libro infinito

Ieri abbiamo chiuso il libro di 1080 pagine che mi aveva accompagnato per mesi.
Alla fine tutto si è incastrato alla perfezione, senza inutili corse affannose (come quelle che c’erano state prima) o la sensazione che avremmo potuto fare di più.
Ogni elemento in gioco ha operato al suo meglio in un’alchimia di intenti stranamente armoniosa.
E mai come in questo caso mi sono capitati compagni di lavoro azzeccati, ragionevoli, disponibili, rispettosi del lavoro altrui, soddisfatti infine anche del rapporto umano instauratosi (cosa, quest’ultima non sempre così scontata, soprattutto con certi autori convinti di essere novelli Dante).

Eppure sono certa che in un testo così complesso qualcosa, o forse molto, ci sarà sfuggito. Troppe frasi con doppi e tripli significati, sottotesto, implicazioni più ampie… si sa: traduzione, in fondo, è anche un po’ tradimento, ma se non ci fosse questo processo molti capolavori non ci sarebbero mai giunti.

“Dai, come è andata è andata” mi sono detta stanotte mentre mi rigiravo nel letto. E pensavo a ieri, quando sfogliavo con orgoglio l’ultima stampata, a tutti i piccoli e grandi intoppi sorti nel mezzo (normale amministrazione), all’attesa di file, di corrieri con le bozze, allo scambio di e-mail, alla scoperta di significati non colti subito, alla ricerca di risposte, al riscontro del riscontro del riscontro che facevo di inserimento in inserimento, alle frasi cambiate cento volte (ce n’è una su cui io e una collega abbiamo ragionato mezz’ora anche l’ultimissimo giorno utile)…

In definitiva: bello, emozionante, difficilissimo, faticosissimo e al contempo liscio come l’olio.
E a questo punto mi domando: non sarà forse che sono cresciuta anch’io al punto che ora vivo tutto con maggior consapevolezza, con più rispetto delle mie capacità umane e lavorative, e di quelle altrui?

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Finito il libro infinito

  1. utente anonimo ha detto:

    Guarda, in ogni caso, fai il alvoro che ti piace. Io non mi sento mai così, mai, nulla mi dà mai vera soddisfazione e piacere nello scoprire le mie capacità. Quindi brava in tutti i sensi.
    LaStancaSylvie

  2. denisocka ha detto:

    Sylvie, ti ho scritto in privato ma non mi hai risposto. Potevi almeno dirmi fuoco, fuochino, fiuocherello, acqua, sì, no, forse, eh? 😉 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...