Creativa? Chi, io?

Ho sempre pensato di essere un’interprete, nella musica (non scrivo testi e non compongo musica), nel lavoro (sono redattrice e traduttrice, non autrice… anche se su quest’ultima affermazione si potrebbe aprire un dibattito perché il confine è molto labile).
Ma in questi giorni mi sono trovata a riflettere su questa cosa e mi sono resa conto che gli anni e le esperienze hanno cominciato a trasformarmi.

Sì, sono un’interprete musicale, ma i pezzi che suono con la mia band sono spesso talmente carichi del sentire mio e dei miei colleghi musicisti che non mancano certo di creatività.

Sì, sono una redattrice e sistemo libri “scritti” da altri, ma poi capita che io debba preparare quarte di copertina e alette e l’ispirazione spesso mi arena giorni o mi aiuta con scritture di getto; oppure che debba risistemare in modo massiccio opere altrui o traduzioni altrui. E anche qui la creatività non manca.

Sì, sono una traduttrice, ma chi trasporta l’opera altrui da una lingua all’altra, nel rispetto delle scelte narrative e contenutistiche dell’autore, ci mette molto del suo; nella versione in italiano la creatività è in buonissima parte farina del sacco del traduttore, cui spesso vanno le infamie per un libro riuscito male (“Mamma questo come l’hanno tradotto male!”) e mai le lodi per uno venuto bene (“Certo che Pinco pallo scrive proprio bene!”).

E, infine, sì, sono una blogger: scrivo di quel che mi pare, soprattutto di letteratura, vita precaria, editoria, giovani, musica. E qui la creatività è tutta e solo mia.

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Creativa? Chi, io?

  1. utente anonimo ha detto:

    “[Il] traduttore, cui spesso vanno le infamie per un libro riuscito male […] e mai le lodi per uno venuto bene”
    Che dire? La pura (e triste) verità! :-/

    Condivido (anche in buona parte dei fatti) pure il resto del tuo post 😉

    A presto,

    Darak

  2. Fos87 ha detto:

    Ma sì, per tradurre un libro ci vuole una buona dose di creatività, non ci si può mica limitare a riportare parola per parola quanto scritto dall’autore!

  3. denisocka ha detto:

    @Darak: lo so, lo so, chi fa il traduttore capisce di cosa sto parlando.
    @Fos87: chi non fa il traduttore e capisce lo stesso dimostra molta intelligenza, questo è poco ma sicuro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...