Una cosa stranissima

Mi è successa una cosa stranissima.

Sull’onda dell’entusiasmo per la buona riuscita del Biglietto stellato (che uscirà prestissimo… speriamo vadano bene anche le vendite!), mercoledì la mia coordinatrice arriva alla postazione collaboratori con due volumoni, uno in italiano datato 1968, l’altro in russo.
Mi dice: “Uh, Denise, ho un lavoretto per te. Il Grande Capo vorrebbe che confrontassi questa vecchia traduzione con l’originale russo. Basta qualche capitolo, per avere un’idea di quanto bisognerà intervenire. In una decina di giorni ce la fai?”.

So di avere in lavorazione altri 4 libri (2 revisioni, 1 coordinamento/chiusura, 1 traduzione), ma davanti a un russo non so dire di no (anche perché ho sempre paura che poi, se trovano qualcun altro, smettano di considerarmi indispensabile per quei lavori… i russi sono già così pochi! E loro lo sanno).

Così, la sera stessa torno a casa e dopo cena, invece di sedermi sul divano con marito e cagnetta (Bruska è inquieta: ha aspettato tutto il giorno il mio ritorno e io la snobbo per un russo!), mi sdraio sul letto con entrambi i volumoni e comincio a leggere riga per riga.

Ed è lì che succede un fatto stranissimo: i due volumi non coincidono. All’inizio qualche “pesce” nella versione in italiano mi fa pensare che in Italia abbiano operato dei tagli per esigenze editoriali. Nel 1968? No, allora forse gli è giunta una versione censurata

Ma poi proseguo la lettura: In italiano si introduce subito il nome di un personaggio chiave; in russo non lo si nomina affatto in un prolungato effetto suspence. Proseguo ancora: ora è il russo a non avere interi paragrafi presenti invece in italiano. Vado a guardare frontespizio e controfrontespizio: pubblicato a Parigi nel 1989 ma riprodotto da una sobranie sochinenij (raccolta di opere dell’autore) in due volumi del 1978. Eh?

Cosa può essere successo? Da dove avrà tradotto il povero traduttore italiano nel 1968? Che l’autore negli anni abbia deciso di modificare la sua prima versione, magari giunta fin qui per vie traverse? Quale versione dovrò usare io? E dove trovarla?

Io lo dico sempre: mi pagano troppo poco per questo lavoro.

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...