Questo meno questo più questo diviso per questo

Ho scoperto da qualche mese che rendo di più se il mio cervello si spalma su più lavori, e il fatto di essere tante cose in una (traduttrice dal russo e dall’inglese, revisora e redattrice) dovrebbe favorirmi. Ma quando tre lavori consistenti mi si incastrano con scadenze vicinissime, non si può perdere nemmeno un giorno di lucidità… sempre che non intervengano variabili impazzite.

1) Il libro in formato word che ti hanno mandato decantandolo come versione finita è involuto, pieno di ripetizioni, refusi e frasi di una lunghezza inverosimile per uno scrivente/scrittore inglese, e tu impazzisci per dar forma a una traduzione che, una volta conclusa, sai che avrà bisogno di una riscrittura.

2) Il numero di pagine che ti mancano per completare, se sommata a quella degli altri lavori, divisa per i giorni a tua disposizione dà un numero che nemmeno se stessi su la notte ce la faresti a consegnare.

3) Le persone che lavorano con te dicono che ti manderanno una cosa, poi se ne dimenticano o se ne fregano, quando si ricordano fanno finta di niente e non rispondono via e-mail alle tue domande.

4) La casa grida vendetta e le piccole incombenze si trasformano in eventi catastrofici pronti a moltiplicarsi e a ingrandirsi come una palla di neve che rotola giù da una montagna.

5) La cagnetta ti guarda con occhi supplichevoli che sembrano dirti: “Restiamo, ti prego, restiamo!”, quando la passeggiatina di mezz’ora che puoi concederle quel giorno si trasforma in mezzo pomeriggio perché incontri uno dei suoi migliori amici e i due si mettono a giocare.

6) Ti suonano telefono e citofono ogni volta che prendi il via sulla pagina.

7) Devi studiare nuovi pezzi che quelli del tuo gruppo jazz, nonostante il repertorio di almeno quaranta già pronti, si intestardiscono a voler preparare per la prossima data che capita proprio nel bel mezzo delle tue consegne.

8) Perdi tempo a scrivere su un blog perché ormai sei drogata e non puoi fare a meno di tenerlo aggiornato.

Il prossimo che mi dice: “Lavori a casa, sei fortunata” lo strozzo.

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Questo meno questo più questo diviso per questo

  1. tafia ha detto:

    I punti 3, 4 e 8 (ehm… in realtà hai messo due 7…) potrei averli scritti io. E anche la conclusione finale. Mal comune mezzo gaudio? 😉

  2. denisocka ha detto:

    Grazie per la correzione, Tafia. Un refuso ci scappa sempre!

  3. rusalka ha detto:

    Se sostituiamo la cagnetta con un bimbo di 15 mesi, io sono succube dei punti 4. 5. 6, che bastano e avanzano 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...