La dura vita (ma non troppo) del collaboratore esterno

Eccomi qui… e adesso che scrivo? Comincio col presentarmi.

Mi chiamo Denise, ho trentatré anni e sono una redattrice/traduttrice/revisorA precaria. Una cosiddetta collaboratrice esterna. In pratica un’operaia dell’editoria.
Per fare questo cavolo di lavoro, nel lontano (mica tanto) 2001, subito dopo la laurea in lingua e letteratura russa (un saluto agli amici russisti e alla nostra madrepatria Rossija!), ho rinunciato a un posto (udite, udite!) a tempo indeterminato nell’ufficio estero di una famosissima multinazionale di elettrodomestici.

Pazza? Quando guardo il mio conto in banca e le bollette accumularsi nella cassetta della posta, mi rispondo di sì. Quando la mattina mi siedo al tavolo, apro il mio mac portatile (mi sono decisa, finalmente, come dice un collega traduttore, sono entrata anch’io nel club dei Mac-caroni!) e mi rendo conto che trascorrerò la giornata con un libro, non importa di che genere, mi rispondo che no, non è stata una pazzia, perché faccio il lavoro che mi piace. Quanti possono dire lo stesso?
Un benvenuto a me e un saluto a chi mi leggerà.

p.s.: Oggi è sabato e tanto per cambiare sto lavorando. Revisiono una mia traduzione (dopodomani sono in consegna).

Annunci

Informazioni su denisocka

La vita dura (ma non troppo) del collaboratore esterno (ma non troppo)
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a La dura vita (ma non troppo) del collaboratore esterno

  1. utente anonimo ha detto:

    Sante parole!
    E la mia esperienza è simile alla tua, dato che nel posto fisso ci sono stato per cinque lunghissimi anni, poi l’ho abbandonato per seguire il sogno della traduzione… e piano piano s’è avverato.
    In bocca al lupo per il tuo blog (che ho trovato su Anobii) e a presto,

    Gab/Darak

  2. denisocka ha detto:

    Gab/Darak, sei il mio commentatore numero uno! Hai vinto…???… vediamo un po’… tutta la mia gratitudine! Traduttore da quale/i lingua/e?

  3. utente anonimo ha detto:

    Peccato! Speravo in un orsacchiotto! ;o)

    Inglese -> Italiano
    anche se in futuro non mi dispiacerebbe cimentarmi con
    Spagnolo -> Italiano

    A presto,

    Gab/Darak

  4. denisocka ha detto:

    Sono andata a fare un giretto sul tuo blog. Soprattutto fantasy,eh? è un genere che piace molto anche a me.

  5. utente anonimo ha detto:

    Cara Denise,
    che dire? Io il posto fisso nell’ufficio estero di in una grande azienda l’ho abbandonato un anno fa, proprio per seguire il sogno che è stato anche il tuo! Ho mollato tutto e mi sono trasferita a Roma. Spero di farcela, come hai fatto tu!! e complimenti per Aksenov! Bel libro, non vedo l’ora di rileggerlo nella nuova edizione (ci voleva!)
    Sara (violaluna)

  6. denisocka ha detto:

    @Sara (violaluna): Allora, in bocca al lupo, spero che Roma ti porti fortuna! Grazie per Aksenov, mi auguro davvero che lo leggano e lo apprezzino in molti!

  7. utente anonimo ha detto:

    cara Denise, hai fatto proprio bene invece…ti parla chi è dall’altro lato del fiume….contratto indeterminato ma zero soddisfazioni…..ti in-bocca-al-lupo le migliori cose!
    Arianna-Aryscartosso, Anobiiana veneziana

  8. denisocka ha detto:

    Benvenuta, Arianna!
    Vedendo la data di questo post mi rendo conto solo ora che il mio blog ha compiuto un anno il 5 luglio!!! Che emozione!

  9. Aryscartosso ha detto:

    pensa, io questo 5 luglio ho festeggiato il mio primo lustro da laureata!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...